Chi sono

   

 

“[…]un giorno tutto di lei leggerai, e, sarai diverso”.

Presentazione
Curriculum
Curriculum sport
Formazione

Nasco a Torino, e, qui vivo i miei primi 20 anni. Trascorro poi i successivi 26 anni nella città di Bologna dove si delinea la mia strada, decido cosa fare da grande!
La città natale non si dimentica e così rientro a Torino tutto ricomincia con nuovi obiettivi.

Pratico con passione la disciplina del  judo, dedicandomi per 35anni all’agonismo. La dedizione e la costanza premiano, arrivano numerose medaglie ai Campionati Nazionali, Internazionali di categoria e due Ori ai Campionati del Mondo e due Ori ai Campionati Europei Master.

L’esperienza professionale inizia nell’ambito della sicurezza e della gestione delle risorse umane, ma in cuor mio maturavo sempre più il sogno di un’occupazione dove potessi “esserci” per gli altri. Inizio ad interesarmi e a approfondire la conoscenza della Psicologia della Comunicazione comprendendo quanto la stessa in un ambito lavorativo, sportivo, personale e soprattutto famigliare orienti e determini la natura delle relazioni.
l’interesse diventa passione e scelta di vita, c
onseguo Lauree, Master e Specializzazioni nella Psicologia della Comunicazione, dello Sport, partecipo a corsi di formazione dedicati alla relazione, all’educazione, al gioco nel e del bambino.

Integro l’esperienza con attività di sostegno nella disabilità. L’esperienza maturata come insegnante di judo si rivela valido strumento di approccio anche fuori dal dojo.

Il continuo aggiornamento e percorso di formazione personale permette di propormi in ambiti organizzativi, nelle associazioni sportive, come preparazione mentale del manager, atleta, coach e formazione per genitori e tecnici.
Altrettanto mi oriento e mi interesso dell’integrazione e inclusione in ambito sportivo e/o scolastico di bambini con specificità attraverso percorsi individuali o piccoli gruppi.

Chi sono?
Loredana, una donna, una figlia. Umanità, semplicità, professionalità, precisione, autorevolezza, generosità, le caratteristiche che mi contraddistinguono.

Di che cosa non posso fare a meno?
Del portafortuna  personale, il mio: F.I.O.R.E!  (vai alla pagina Servizi).

A cosa non potrei rinunciare?
Alle emozioni uniche speciali e di grande insegnamento vissute con i bambini e con gli adolescenti. Le emozioni, una “risorsa” luminosa capace di render unico ogni momento e di alimentare la determinazione (vai alla pagina Percorsi educativi speciali per i bambini).

La mia sfida?
Portare l’attenzione sulla relazione a partire dalla parola dallo sguardo dal silenzio dallo stato di coerenza interna. Favorire il benessere mentale e relazionale nella persona utilizzando regole della psicologia della comunicazione, strategie acquisite dalla psicologia dello sport e la memoria “emotiva” dell’esperienza di atleta e tecnico di judo.

Il mio primo obiettivo?
Passare un modo alternativo di affrontare le difficoltà per come le stesse vengono percepite, favorire e guidare all’utilizzo del grande potenziale che ognuno di noi ha dentro sé e che, consapevolmente o meno,  rende spesso silenzioso.
Ricerco la soluzione osservando e soffermandomi sul qui ed ora.

Il mio sogno oggi?
Pubblicare il libro autobiografico “Il silenzio del cuore” contenitore di materiale profondamente umano intriso di emozioni forti e importanti.

I miei progetti nel cassetto?
Pubblicare
un testo sul F.I.O.R.E. e realizzare una ricerca all’interno del rapporto judo – e bambini con disabilità.

 #comunicareinsieme #mentecorpo #allenamentomentale #psicologia #mental #sport #psicologiajudo  #stress  #psicologiadellosport #bambini #educazione